Accoglienza, Intercultura e Disturbi Specifici di Apprendimento

Accoglienza

L’Accoglienza è un presupposto indispensabile del processo educativo e una risposta doverosa al fondamentale bisogno di sicurezza dei bambini e dei genitori, nonché un contributo considerevole alla prevenzione del disagio scolastico.

Rientra inoltre in un percorso più ampio e articolato che è quello della Continuità educativa fra i diversi ordini scolastici: quando le attività di continuità sono state svolte con efficacia, gli alunni sono “pronti” ad entrare nella scuola con la quale hanno già preso confidenza.

Il problema dell’accoglienza non si può limitare ai primi giorni di scuola o ai primi minuti di ogni giorno, ma deve essere una preoccupazione costante durante tutto l’anno, in quanto lo stare bene a scuola è il presupposto fondamentale dell’apprendimento. Inoltre è importante ricordare che l’accoglienza è rivolta anche ai genitori che, in maniera diversa, vengono coinvolti in questa esperienza e a cui sono indirizzate alcune iniziative.

Il nostro Istituto da anni attua l’accoglienza per tutti gli alunni e in particolare per quelli esordienti nei due ordini di scuola.

Questi i nostri progetti:

Intercultura

L’educazione interculturale è un orientamento educativo rivolto a tutti gli alunni, è una finalità generale di tutto il progetto educativo e tutte le discipline possono favorire il suo raggiungimento.

La diversità è accolta come un punto di forza, di curiosità e di allargamento degli orizzonti culturali, per motivare ed ampliare l’apprendimento non solo dell’alunno straniero ma di tutta la classe. L’insegnamento, con il suo intento di allargare l’orizzonte culturale di ciascuno, propone la riflessione su passato, presente e il futuro di ogni popolo per l’eliminazione dei pregiudizi.

L’educazione culturale, che riguarda i tre plessi dell’Istituto, ha lo scopo di promuovere negli alunni:

  • l'autostima e la capacità di cooperare
  • il desiderio di conoscere altre persone e culture
  • il rispetto per l'originalità e la diversità di ciascuno
  • il desiderio di comunicare le proprie esperienze
  • l'identità personale, culturale, ambientale di sè stessi e degli altri

La presenza sempre più numerosa di bambini e ragazzi stranieri a scuola rappresenta una occasione importante di crescita culturale e di educazione ai valori della tolleranza e della solidarietà per tutti. L’attuazione del diritto – dovere all’istruzione rientra in un preciso quadro legislativo esplicitato nel D.P.R. N° 394 del 31 / 08 /1999 che, nell’art. 45 comma 4, richiede “il necessario adeguamento dei programmi in base al livello di competenze dell’alunno e l’adozione di specifici interventi individualizzati”.

Il percorso scolastico viene così personalizzato e adeguato anche al “quadro comune europeo di riferimento per le lingue” che pone come obiettivo generale l’acquisizione dell’italiano, scritto e orale, per comunicare e per studiare. La valutazione dello studente sarà perciò relativa ai piani formativi individualizzati e ai conseguenti percorsi formativi. L’Istituto ha predisposto un protocollo di Accoglienza alunni stranieri che prevede rapporti di continuità tra scuola-famiglia-territorio.

Questo il nostro progetto:

Integrazione degli alunni stranieri

Disturbi Specifici di Apprendimento

Screening alunni con Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA)